9

febbraio

2018

Il rilassamento

L’essere umano ha bisogno di momenti di tranquillità e di pause, in quanto un sovraccarico continuo causa stress ed aumenta il rischio di sviluppare ansia e disturbi emotivi.

 

L’essere umano ha bisogno di momenti di tranquillità e di pause, in quanto un sovraccarico continuo causa stress ed aumenta il rischio di sviluppare ansia e disturbi emotivi. Imparare una tecnica di rilassamento è molto importante per bilanciare le tensioni accumulate nella vita odierna e ricaricarsi. Gli obiettivi delle tecniche di rilassamento sono:

• Aumento delle sensazioni di benessere
• Abbassamento dell’eccitabilità (ansia, tachicardie)
• Aumento dei processi di consapevolezza
• Rilassamento del sistema cardiocircolatorio
• Diminuzione della stanchezza
• Recupero più rapido delle energie in esaurimento

Il rilassamento è uno stato di calma e tranquillità, caratterizzato dalla mancanza di attivazione fisiologica (arousal) e dalla mancanza di ansia sia a livello fisico (tensione muscolare, tachicardia, irrequietezza, ecc.) che a livello mentale (pensieri che si affollano, paura, ecc.). Se si è ansiosi o si soffre di stress probabilmente il sistema nervoso autonomo simpatico, o sistema “attacco o fuga”, è molto più attivo. Non si può inibire il sistema simpatico perché è il sistema deputato ad attivarci ed a metterci in allarme; tuttavia un’altra parte di sistema nervoso autonomo, il parasimpatico, fa il contrario: ci fa rallentare il cuore, ci rende calmi, ci fa respirare più lenti e ci fa sentire tranquilli.

Attivando il sistema parasimpatico possiamo allora facilmente indurre un rilassamento generalizzato.
Allenando questo sistema si può imparare a modulare la risposta allo stress.

Dott.ssa Raimondi Alessia -psicoterapeuta

Articoli correlati