11

dicembre

2017

I disturbi del comportamento alimentare (DCA): i campanelli d’allarme

Donna che guarda bilancia e soffre

In questa sezione vengono elencati degli "indicatori" di attenzione per una diagnosi tempestiva di Disturbo Alimentare. E' bene sempre rivolgersi ad un medico esperto in DCA se si ha il dubbio di soffrire o se si è preoccupati per un familiare o amico che si pensa possa avere un Disturbo Alimentare.

Premettendo che il comportamento da tenere in caso di sospetta presenza di disturbi alimentari è sempre quello rivolgersi ad un medico titolato per una corretta e tempestiva diagnosi, ci sono alcuni indicatori che possono rilevare la presenza o meno a una situazione a rischio DCA.

Indicatori fisici

Variazione importanti del peso corporeo:

  • Vertigini o svenimenti
  • Indebolimento, perdita di capelli
  • Irregolarità nel ciclo mestruale e/o amenorrea
  • Anomalie nella termoregolazione (freddolosità)
  • Irregolarità nel sonno
  • Pelle secca, pallida o di colorito giallognolo
  • Mal di gola, problemi dentali e gastrointestinali
  • Gonfiori e ghiandole parotidee ingrossate

Indicatori comportamentali:

  • La perdita di peso raggiunta tramite la riduzione della quantità/qualità di cibo assunta e/o le abbuffate compulsive e l’uso di metodi inappropriati per prevenire il conseguente aumento di peso (vomito, lassativi, eccessiva attività fisica, digiuno, ecc.)
  • Uso frequente della bilancia
  • Rifiuto di mangiare in compagnia o mangiare di nascosto
  • Parlare eccessivamente di peso, cibo, calorie, ecc.
  • Negare problemi col cibo e porsi in maniera aggressiva/difensiva qualora se ne parli
  • Passare da una dieta all’altra
  • Assumere più informazioni possibili sull’alimentazione e sul cibo
  • Attuare comportamenti ritualistici rispetto al cibo come tagliuzzare e rigirare il cibo sul piatto, masticare un certo numero di volte, sputare, ecc.
  •  Attività fisica eccessiva ed inappropriata allo scopo di perdere peso.

Indicatori emotivi

  • Ansia
  • Depressione
  • Apatia
  • Disforia
  • Irritabilità ed aggressività
  • Apprezzamento o meno di sé determinato dal peso
  • Estrema sensibilità al giudizio altrui
  • Percezione alterata della forma del proprio corpo
  • Eccessiva e costante preoccupazione per peso, forma fisica e cibo
  • Aspettative irrealistiche rispetto a sé e alla propria vita

Se pensi di soffrire di un disturbo dell’alimentazione prova online il nostro Test Eating Attitudes oppure contatta l’ambulatorio del Dott. Oliva per un appuntamento.

Articoli correlati