Percorso dimagrante mesoestetico

Dimagrire “senza dieta”

Questo programma di dimagrimento “senza dieta” è pensato per le persone in leggero sovrappeso che mirano a un risultato estetico in tempi brevi e non hanno la possibilità o la voglia di seguire una piano alimentare grammato.

In sede di prima visita, dopo un’attenta valutazione, viene stabilita l’idoneità al percorso che prevede un cicli di 10/15 sedute con frequenza settimanale o bisettimanale.

Le adiposità sottocutanee localizzate a livello addominale, gluteo e delle cosce sono particolarmente resistenti al dimagrimento.

La loro bassa risposta dipende dal basso numero dei recettori lipolitici e dalle alterazione venose e linfatiche distrettuali.

Il percorso mesoestetico risultata particolarmente efficace se si sfrutta l’azione sinergica delle microiniezioni dermiche, del programma motorio personalizzato e delle strategie alimentari consigliate.

La tecnica mesoterapica è innovativa nei principi attivi utilizzati  che sono certificati per efficacia e sicurezza.  .

 

Si utilizzano:

  • Silicio organico, potente attivatore della lipolisi
  • Carnitina, facilitatore del metabolismo dei grassi
  • Artichoke, drenante venoso e linfatico
  • Meliloto, attivatore della microcircolazione
  • DMAE, azione liftante e compattante

 

Ciclo di 10/15 sedute ( 1 o 2 sedute la settimana ) costo 800/1200 euro

Prima consulenza gratuita, per verificare l’idoneità al programma

 

Telefono 041 531 76 38

Whatsapp 327 871 91 50

 


Prenota la tua consulenza gratuita

    Consento il trattamento dei dati personali secondo gli art.7 e 13 del D.Lgs 196/03.

    Prevenire le patologie della tiroide in 5 mosse

    Molte delle malattie della tiroide, dal gozzo semplice a quello multinodulare, si possono prevenire con un’adeguata assunzione di iodio con gli alimenti. Inoltre la diagnosi precoce dei noduli e dei carcinomi permette, nella maggior parte dei casi, una guarigione completa dalla malattia.

    Ecco 5 consigli per la prevenzione delle patologie tiroidee :

    1. Assumi un’alimentazione variata che preveda pesce 2-3 volte la settimana e usa regolarmente il sale iodato.
    2. Fai valutare la tua tiroide con la semplice palpazione una volta all’anno dal tuo medico di fiducia. I test di screening come l’ecografia e gli esami del sangue sono giustificati solo in persone ad alto rischio di malattie e tumori della tiroide.
    3. Durante la gravidanza e l’allattamento accertati che l’assunzione di iodio sia adeguata ed eventualmente utilizza un integratore di iodio.
    4. Se soffri di ipotiroidismo o ipertiroidismo e aspetti un bambino o intendi programmare una gravidanza, consulta un endocrinologo e accertati di assumere una terapia corretta.
    5. Se sei stato esposto a iodio radioattivo a dosi elevate o irradiazione  nella regione del collo sottoponiti a regolari controlli.

     Tratto da “La Tiroide dalla A alla Z” di Claudio Pagano, Pragmata Edizioni, Roma.

    Claudio Pagano-endocrinologo-