4

dicembre

2017

Rischio oncologico e stile di vita: quale dieta?

Il rapporto fra stile di vita e tumori è da sempre oggetto di grande attenzione da parte dei ricercatori. Una dieta sana, insieme ad una salutare attività motoria, può aiutare ad allontanare il rischio oncologico. Scopri quali alimenti assumere e quali comportamenti tenere per una vita più sana.

Noi siamo ciò che mangiamo (Ludwig Feuerbach)

Il rapporto fra stile di vita (alimentazione e attitudine motoria) e tumori è da sempre oggetto di grande attenzione da parte dei ricercatori.
Il cancro ha una genesi multifattoriale le cui cause sono legate a fattori genetici e ambientali.
Tra i fattori ambientali l’alimentazione e lo stile di vita svolgono un ruolo importante: ad oggi circa il 30-35% dei tumori potrebbe essere evitato con una alimentazione ed uno stile di vita più salutari.

La prevenzione delle malattie oncologiche può iniziare dal ridurre i fattori di rischio noti ed eliminabili, come il fumo di sigaretta e una non corretta alimentazione.

Tra le abitudini alimentari correlate ad un aumentato rischio di cancro si annoverano:

  • il consumo eccessivo di carni rosse e grassi animali;
  • il frequente ricorso ad alimenti ipercalorici e bevande alcoliche;
  • una dieta povera di fibre.

Altri fattori di rischio possono essere presenti nelle modalità di conservazione e cottura degli alimenti. Fortunatamente esistono anche alimenti che hanno caratteristiche protettive grazie al contenuto di importanti sostanze a dimostrata attività antiossidante e antitumorale.

In linea generale, il miglior consiglio che può essere dato è quello di variare gli alimenti, anche se si sta già seguendo un regime alimentare sano ed equilibrato; in questo modo infatti è possibile ridurre la potenziale esposizione a sostanze nocive note o sconosciute.

Le ultime Linee Guida sull’alimentazione e l’attività fisica per la prevenzione del cancro dell’American Cancer Society (2012) raccomandano di:

Raggiungere e mantenere un peso salutare per tutta la vita

Cercare di essere quanto più snelli possibile per tutta la vita, senza essere sottopeso. Evitare eccessivi aumenti di peso durante il ciclo della vita.

Per coloro che sono attualmente in sovrappeso o obesi, anche la perdita di una piccola quantità di peso può comportare grandi benefici per la salute e costituisce un buon punto di partenza.

Impegnarsi in una regolare attività fisica e limitare il consumo di cibi e bevande ad alto contenuto calorico sono strategie fondamentali per il mantenimento di un peso sano.

Adottare uno stile di vita fisicamente attivo

Gli adulti dovrebbero impegnarsi a fare almeno 150 minuti a settimana di attività fisica moderata o 75 minuti a settimana di attività fisica intensa (o una combinazione equivalente), preferibilmente distribuite nell’arco della settimana.

I bambini e gli adolescenti dovrebbero impegnarsi in almeno 60 minuti al giorno di attività fisica di intensità moderata o vigorosa, con l’attività vigorosa presente almeno 3 giorni a settimana.

Limitare i comportamenti sedentari (passare molte ore al giorno seduti o sdraiato, guardando la televisione o utilizzando altre forme di intrattenimento telematico.
Fare attività fisica oltre agli spostamenti/movimenti abituali (indipendentemente dall’intensità) può avere molti benefici per la salute.

Consumare una dieta sana

Consumare cibi e bevande in quantità tale da raggiungere e mantenere un peso sano. Limitare il consumo di carni lavorate e carni rosse.
Mangiare almeno 5 porzioni di frutta e verdura ogni giorno.
Preferire cereali integrali al posto di cereali raffinati.
Se si bevono alcolici, limitarne il consumo.
Non bere più di una bevanda alcolica al giorno per le donne e non più di due per gli uomini (quantità 1 bevanda alcolica = 1 bicchiere).

Fonte: “American Cancer Society Guidelines on Nutrition and Physical Activity for Cancer Prevention. Reducing the Risk of Cancer With Healthy Food Choices and Physical Activity”, article first published online: 11 JAN 2012. American Cancer Society, Inc.