28

marzo

2018

Un cioccolatino per spegnere l’infiammazione

Uno studio condotto presso i Laboratori di Ricerca dell’Università Cattolica di Campobasso, in collaborazione con l’Istituto dei Tumori di Milano ha verificato che il consumo di 6,7 grammi di cioccolato nero al giorno offre un effetto protettivo dalle malattie cardiovascolari. Il Progetto Moli-sani ha coinvolto finora oltre 20.000 abitanti del Molise per studiare i meccanismi dell’infiammazione monitorando i livelli ematici di proteina C reattiva e il consumo di cioccolato.

Su circa 11.000 soggetti, ne sono stati identificati 4.849, in buona salute e senza fattori di rischio cardiovascolare, di questi, 1.317 non mangiavano cioccolato, mentre 824 ne consumavano regolarmente, ma solo la varietà fondente.

“Siamo partiti dall’ipotesi – spiega Romina di Giuseppe, autrice della ricerca – che l’elevato contenuto di antiossidanti dei semi di cacao, in particolare flavonoidi e altri polifenoli, potesse avere un effetto positivo sullo stato infiammatorio”. E in effetti le persone che mangiano abitualmente cioccolato fondente in quantità moderata presentavano valori di proteina C reattiva significativamente più bassi: una riduzione media del 17%.

Il migliore effetto riscontrato si otteneva con una media di 6,7 grammi di cioccolato al giorno, oltre questi quantitativi l’effetto protettivo tende a perdersi.

Articoli correlati