Home Page arrow Binge Eating Disorder arrow Manifestazioni e disturbi
venerdì 23 giugno 2017

http://www.buybooks.ws
BINGE EATING DISORDER Stampa E-mail

Che cos'è un'abbuffata compulsiva?

Per molte persone un'abbuffata è qualcosa di perfettamente innocuo: uno scivolone o un errore dietetico, un semplice abuso. Per altri, tuttavia, indica una perdita di controllo sul mangiare, e per molti è un problema serio, soprattutto per le donne dei paesi occidentali, ma sempre più spesso anche per gli uomini. chiarire le possibili definizioni di abbuffata, i ricercatori hanno esaminato in dettaglio le esperienze di coloro che hanno attacchi di alimentazione incontrollata. Anche se non ci sono due resoconti personali identici, risulta che le vere abbuffate compulsive hanno in comune due caratteristiche: la quantità di cibo mangiata è consistente e nello tempo c'è la sensazione di perdita di controllo. L'identificazione di questo filo comune ha consentito all'Associazione Psichiatrica Americana di arrivare ad una definizione tecnica generalmente accettata del termine abbuffata compulsiva.

Un episodio di abbuffata compulsiva è caratterizzato da entrambi i seguenti elementi:

1. mangiare, in un discreto periodo di tempo (per esempio nel giro di due ore), una quantità di cibo che è decisamente superiore a quella che la maggior parte della gente mangerebbe nella stessa frazione di tempo e nelle stesse circostanze;

2. un senso di mancanza di controllo nel corso dell'episodio (per esempio la sensazione che non si può smettere di mangiare o controllare cosa o quanto si sta mangiando)L'elemento centrale dell'abbuffata compulsiva è la sensazione di perdita di controllo. E' soprattutto questa caratteristica che distingue l'abbuffata compulsiva dall'alimentazione quotidiana eccessiva e dalla semplice indulgenza.Le caratteristiche di un'abbuffata compulsivaLe descrizioni personali delle abbuffate compulsive sono molto rivelatrici. Per varie ragioni, tuttavia, potreste non ritrovarvi del tutto in questi racconti.“Prendo qualsiasi cibo mi capiti sottomano e me lo ficco in bocca, a volte senza nemmeno masticarlo. Ma quando lo stomaco inizia a farmi male e mi sento tutta accaldata, comincio a sentirmi in colpa e spaventata. E' solo quando sto proprio male che smetto di mangiare”.Sensazioni. I primi momenti di un'abbuffata compulsiva possono essere piacevoli. Il gusto e la composizione del cibo possono sembrare molto apprezzabili. Tuttavia raramente queste sensazioni durano a lungo. Nel giro di poco tempo vengono sostituite da sensazioni di disgusto, mano a mano che si continua a mangiare. Alcune persone provano ribrezzo per ciò che stanno facendo, ma non riescono a smettere.Velocità nel mangiare. Di norma la gente mangia velocemente durante un'abbuffata compulsiva. Si è visto che le persone con bulimia nervosa mangiano ad una velocità doppia e anche più rispetto a quelle che non hanno disturbi del comportamento alimentare. Molte si riempiono la bocca di cibo in maniera meccanica, masticandolo appena. Altre bevono in abbondanza per fare andare giù il cibo più facilmente, e questo contribuisce a farle sentire piene e gonfie. Ad alcune persone questo facilita anche il vomito successivo.Agitazione. Alcuni camminano su e giù o gironzolano mentre mangiano. A volte sembrano disperati. Sentono un desiderio irresistibile di cibo che li porta a mangiare. Ecco perchè si usa l'espressione "abbuffata compulsiva". Avere il cibo diventa estremamente importante: si può prendere quello degli altri, rubarlo ai grandi magazzini, o mangiare cibo scartato. I più considerano questo comportamento vergognoso, disgustoso e degradante.“Comincio con una scodella di cereali. La mangio molto velocemente e subito dopo ne prendo altre due o tre. In quel momento so che il mio controllo è partito e continuerò ad abbuffarmi fino in fondo. Mi sento ancora molto tesa e vado disperatamente alla ricerca di cibo. So che è davvero disgustoso. Mando giù il cibo in fretta. Qualche volta vado in centro e mi fermo nei negozi lungo la strada. Compero poco in ogni negozio, in modo da non suscitare sospetti. Smetto quando rimango senza soldi, o più spesso perchè sono così piena che fisicamente non ce la faccio più”.


Ultimo aggiornamento ( mercoledì 23 settembre 2015 )






Accesso riservato
Username

Password

Ricordami
Hai perso la password?
Non hai ancora un account? Creane uno!
LE INFORMAZIONI CONTENUTE IN QUESTO SITO NON SOSTITUISCONO IN NESSUN MODO IL MEDICO A CUI COMPETE LA DIAGNOSI E LA TERAPIA
Ambulatorio Specialistico Dott. Oliva - Prevenzione e cura obesità e disturbi alimentari
Dir. San. Dott. Luigi Oliva Aut. Reg. 115 del 15/09/04
Centro Direzionale "La Vela" - Viale Ancona 24 - Mestre -Venezia -
Tel. 041 5317638 Fax 041 5322349
e-mail: info@obesita.org P.iva 00919180273
© Copyright 2005 dott. Luigi Oliva
CMS PortalWare  by Fabrizio Penso
Project by Promoservice.com