Home Page arrow DIMAGRIRE arrow Oltre la dieta
lunedì 25 settembre 2017

http://www.buybooks.ws
Oltre la dieta Stampa E-mail


E' possibile modificare il proprio peso modificando la propria alimentazione che va rapportata ad una normalità e non ad una restrizione.

Il dispendio energetico negli obesi è spesso o quasi sempre superiore al dispendio delle persone normopeso; basterebbe già questa convinzione per non far sentire l'obeso un diverso, uno sfortunato, uno che deve mangiare meno degli altri.
L'assunzione di cibo normale è in grado di riportare i chili verso il peso sano ovvero verso quel peso che è giusto per quell'individuo fatto di chili ma anche di pensieri, comportamenti, idee e stato di salute.

Mangiare di più per mangiare di meno. Se si riesce a raggiungere la sazietà si riesce a controllarsi, ma se si stimola la fame allora la lotta diventa impari e di certo si perde il controllo.

E' l'idea iniziale della dieta- ovvero della restrizione- che va contrastata.

E' il punto di partenza che ha già in sè insito la perdita di controllo.

L'obiettivo primario della terapia dell'obesità non è la perdita di peso ma la capacità di controllarsi che si raggiunge sostituendo la dieta con la regola che prevede la tragressione. La trasgressione va preventivamente programmata e non è da evitare ma da inserire.

La trasgressione - in un programma psicoeducazionale, va prescritta perchè solo abituandosi e allenandosi alla sua gestione si è in grado di sperimentare la piacevolezza del controllo.

Provare il piacere di riuscire a controllarsi fa dell'obeso una persona che vede la possibilià di uscire dai suoi contiuni fallimenti e sensi di colpa.

Si trasforma in questo modo il continuum fallimentare in un circolo virtuoso che partendo dalla capacità di gestione della trasgressione arriva alla non perdita di controllo e quindi all'evitamento dell'abbuffata. Questo rappresenta una forte iniezione di antidepressivo che diventa il volano di una serie di pensieri positivi che hanno come effetto l'acquisizione del controllo alimentare che porta alla perdita di peso e alla capacità di mantenerlo per sempre.

E' un percorso lungo, difficile ma possibile. La gestione di questo programma non può essere affidato al singolo individuo ma ad operatori ( medico- dietista-psicologo) che si fanno carico della persona nella sua globalità. L'obesità è una malattia e come tale va curata da operatori sanitari. Il diabetico, l'iperteso, l'oncologico mai si sognano di curarsi da soli nè mai nessun medico dirà loro "si curi " come spesso l'obeso invece si sente dire "dimagrisca". L'obeso oltre i chili e i problemi non può farsi carico di certo anche della sua malattia.



Cliccando sulle immagini a destra puoi approfondire l’area di tuo interesse 



Ultimo aggiornamento ( mercoledì 25 febbraio 2015 )

DISTURBI ALIMENTARI


OBESITA' INFANTILE


ANORESSIA BULIMIA



GRASSO VISCERALE ?


MEDICINA ESTETICA



LA DIETA GENETICA



LE INFORMAZIONI CONTENUTE IN QUESTO SITO NON SOSTITUISCONO IN NESSUN MODO IL MEDICO A CUI COMPETE LA DIAGNOSI E LA TERAPIA
Ambulatorio Specialistico Dott. Oliva - Prevenzione e cura obesità e disturbi alimentari
Dir. Sanitario Dott. Luigi Oliva Aut. Reg. 115 del 15/09/04
Centro "La Vela" - Viale Ancona 24 - Mestre -Venezia -
Tel. 041 5317638 Fax 041 5322349
e-mail: info@obesita.org P.iva 00919180273
Privacy policy
© Copyright 2005 dott. Luigi Oliva
CMS PortalWare  by Fabrizio Penso
Project by Promoservice.com